Cos'è la R.I.T.A.?
Ultime notizie 26 Novembre 2022

Cos’è la R.I.T.A.?

E’ l’erogazione frazionata del montante accumulato sotto forma di rendita, fino al conseguimento dell’età anagrafica per l’accesso alla pensione di vecchiaia.

Le condizioni per poter richiedere questa prestazione sono:

  • cessazione dell’attività lavorativa;
  • almeno 20 anni di contributi versati nei regimi obbligatori di appartenenza (INPS);
  • almeno 5 anni di iscrizione alle forme pensionistiche complementari;
  • raggiungimento dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia nel regime obbligatorio entro i 5 anni successivi alla cessazione dell’attività lavorativa.

Nel caso in cui alla cessazione dell’attività lavorativa segua un periodo di inoccupazione superiore a 24 mesi, la RITA potrà essere richiesta con un anticipo di 10 anni rispetto all’età per la pensione di vecchiaia.

La parte di somma che si deciderà di richiedere attraverso la RITA durante l’erogazione verrà mantenuta nel Fondo e continuerà a produrre rendimenti .

Sulla parte della somma accumulata nel Fondo che non verrà richiesta attraverso RITA, si manterrà il diritto alla prestazione finale, ossia alla pensione integrativa (quando saranno maturati i requisiti per richiederla).

Gli importi richiesti in RITA sono assoggettati alla ritenuta a titolo d’imposta con l’aliquota del 15% ridotta di una quota pari a 0,30 punti percentuali per ogni anno di iscrizione oltre il quindicesimo con un limite massimo di riduzione di 6 punti percentuali (quindi tassazione non inferiore al 9%).

Notizie correlate